bayern psg-

La beffarda urna di Champions League ha messo di fronte subito ai quarti di finale le due formazioni che non solo si sono affrontate per il titolo proprio nella scorsa stagione, ma che anche in questa sembravano tra le più accreditate a puntare ancora alla coppa dalle grandi orecchie.

Bayern Monaco a PSG si troveranno a sfidarsi ancora quindi, anche se questa volta una delle due dovrà abbandonare troppo presto le speranze di vittoria. Un doppio match aperto a ogni risultato, dove l’unica cosa che non dovrebbe di certo mancare sarà lo spettacolo. Scopriamo tutto quello che c’è da sapere sulla sfida più interessante della due giorni europea.

Bayern vs PSG – Dove vedere la partita

L’appuntamento con il big match di Champions League è per le ore 21:00 di mercoledì 7 aprile, nell’andata dei quarti di finale allo stadio Allianz Arena di Monaco.

I tanti appassionati che sicuramente vorranno seguire l’incontro, possono vederlo in esclusiva su Sky Sport (quindi non sarà possibile nessuna visione in chiaro), oppure in streaming su Sky Go (o tramite abbonamento su NowTV).

Le probabili formazioni

Le scorie di nazionali e campionato hanno portato a qualche assenza da ambo le parti. I padroni di casa soprattutto dovranno fare a meno di quello che è il loro calciatore più rappresentativo della stagione con i suoi gol, Lewandowski. Ma i dubbi per Flick sono molteplici.

Se al posto del polacco sembra prendere piede l’ipotesi di Choupo-Moting (peraltro ex con il dente avvelenato con i parigini), ancora aperta è la strada sulla trequarti che dipenderà molto dalla possibilità o meno di avere Gnabry (in forte dubbio al momento). In caso contrario, il terzetto dovrebbe essere composto da Sanè, Muller e Coman.

Poche incertezze invece in mediana, con il solito (e solido) duo Goretzka-Kimmich. La linea a quattro di difesa invece dovrebbe vedere Pavard e Davies (o Hernandez) ai lati, con Alaba e Sule al centro (a meno di un recupero di Boateng). Neuer ovviamente tra i pali.

Pochettino invece avrà qualche problema soprattutto a centrocampo, con l’assenza di Paredes e Verratti che lasciano spazio a Gueye e Herrera in mediana. Dubbi anche sull’attacco, dove Kean potrebbe ritrovare la posizione più avanzata, con un trittico d’oro alle sue spalle: Neymar, Mbappè e Di Maria.

HAI MAI GIOCATO A SUPER6?

Pronostica 6 risultati e vinci 100.000€ in diamanti E se nessuno indovina i 6 risultati, tutte le settimane un diamante del valore di 1.000€ al miglior classificato. Provalo subito, E' GRATIS!

Navas tra i pali avrà davanti una linea a quattro con le certezze di Marquinhos e Kimpembe centrali, mentre ai lati da una parte se la giocano Diallo e Kurzawa, mentre dall’altra sono Keher e Florenzi (a seconda delle condizioni dei due in dubbio).

Probabile formazione Bayern vs PSG
Il 4-2-3-1 senza Lewandowski che dovrebbe presentare Flick contro il PSG
probabile formazione PSG vs Bayern
Le scelte di Pochettino per la gara contro il Bayern Monaco

Bayern (4-2-3-1): Neuer; Pavard, Süle, Alaba, Davies (Hernandez); Kimmich, Goretzka; Sané, Müller, Coman; Choupo-Moting.

HAI MAI GIOCATO A SUPER6?

Pronostica 6 risultati e vinci 100.000€ in diamanti E se nessuno indovina i 6 risultati, tutte le settimane un diamante del valore di 1.000€ al miglior classificato. Provalo subito, E' GRATIS!

PSG (4-2-3-1): Keylor Navas; Kehrer, Marquinhos, Kimpembe, Diallo; Gueye, Herrera; Mbappé, Di Maria, Neymar; Kean.

Come arriva il Bayern

Assenze a parte, il Bayern arriva a questo match nella migliore condizione possibile. In Champions la Lazio non è sembrato ostacolo troppo complicato per la corazzata di Flick, e ora anche in Bundesliga sembra aver allungato definitivamente con sette punti di vantaggio dopo aver battuto in casa sua il Lipsia, unico credibile antagonista rimasto in scia.

Sono sette al momento le vittorie di fila dei bavaresi, le ultime due senza subire reti, e non è cosa da poco considerando che proprio la difesa è forse l’unico punto debole in questa stagione, dove però si è visto anche un attacco stellare, forte dei suoi 79 gol in campionato (35 dei quali però segnati dal solo Lewandowski, assente contro i parigini).

Come arriva il PSG

Differente invece la situazione a Parigi, con Pochettino che proprio sul più bello perde in casa la sfida decisiva contro il Lilla lasciando di nuovi i rivali a più tre in Ligue1 (e al contempo trovandosi il Monaco ormai a un solo punto di distanza e il Lione a due).

Una lotta davvero avvincente, che però rischia di togliere energie mentali e fisiche al PSG, che non può certo rischiare di finire fuori dalla zona Champions in campionato (solo le prime due ai gironi, la terza alle qualifiche). Se a questo aggiungiamo anche la sconfitta di due giornate fa sempre in casa ma contro il ben più modesto Nantes, ecco che forse un campanello d’allarme è scattato nella mente di Pochettino.

Vero è che i tanti infortuni in stagione hanno spesso complicato le cose e dato raramente momenti di perfetta forma alla squadra, ma con una rosa del genere, non ci sono scuse sufficienti dovesse non arrivare un pronto riscatto in Champions.

Statistiche e precedenti

Una sfida quella tra tedeschi e francesi, che si è vista soltanto nove volte in terreni ufficiali (più una estiva in ICC). Bilancio paradossalmente favorevole al PSG, con 5 vittorie contro 4, anche se ovviamente quella che contava di più era la finalissima di Champions dello scorso anno, chiusa con un 1-0 a favore del Bayern.

I numeri dicono anche che le due squadre non hanno mai pareggiato (quindi c’è sempre stato almeno un gol) e che per ben 6 volte su 9 una delle due ha vinto senza subire gol.

Quest’anno però i due attacchi sono tra i più prolifici dei maggiori campionati con 79 gol per il Bayern contro 67 del PSG, che però hanno anche una difesa decisamente più ermetica (22 reti subite contro 35). La doppia partita però sappiamo come possa spesso cambiare questi valori, che però portano a pensare a 180 minuti particolarmente avvincenti.

Articoli consigliati

Nessun articolo Consigliato

Marco Fava
Da più di quindici anni si occupa di comunicazione e contenuti online. Voce e volto di ItaliaPokerClub, capo-redattore di "Poker Sportivo" in genere sempre alle prese con tutto quello che è gaming. Negli ultimi tempi si occupa della redazione di un portale sportivo ("Improbabile.it") dedicato ai Daily Fantasy Sport.