numbers cover

170 

Sono le partite che saranno giocate nell’edizione 20/21 della UEFA NATIONS LEAGUE, ben 28 in più rispetto alle 142 dell’edizione precedente. 

L’incremento delle partite è dovuto alla nuova formula, che prevede 4 gironi da 4 squadre per la Lega A, andando così a ridurre la Lega D in soli 2 gironi composti da 7 squadre in totale, 4 nel gruppo 1 e 3 nel gruppo 2. 

In questa maniera aumentano gli scontri tra nazionali di livello più alto, e le partite conclusive dei gironi della Lega A saranno giocate tutte in contemporanea, mentre le retrocessioni in Lega D saranno solo 2, decise da play-out tra le ultime piazzate dei gironi della Lega C, in partite di andata e ritorno che saranno giocati nel marzo 2022, ultimo atto di questa edizione. 

17 

Sono gli anni che aveva Ethan Britto, terzino sinistro di Gibilterra, il 13 ottobre 2018, quando è entrato in campo all’85° di Armenia-Gibilterra 0-1, fissando quindi il record di giocatore più giovane della competizione, per la precisione a 17 anni, 10 mesi e 13 giorni. 

Il gibilterriano ha battuto il record che era stato fissato da Ethan Ampadu, difensore e mediano del gallese, che era sceso in campo il 6 settembre 2018 in Galles-Irlanda 4-1 a 17 anni, 11 mesi e 23 giorni. 

Gibilterriano anche il gol più giovane della manifestazione, messo a segno da Tjay De Barr, attaccante in forza al Real Oviedo, nella sconfitta interna per 2-6 contro l’Armenia del 16 novembre 2018, a 18 anni, 8 mesi e 3 giorni, battendo il record che il giovane talento del Lussemburgo, Vincent Thill, aveva fissato il 15 ottobre 2018 andando a segno nel 3-0 contro San Marino a 18 anni, 8 mesi e 11 giorni. 

Sono i gol segnati da Aleksandar Mitrovic, attaccante della Serbia, nell’ultima edizione della Nations League, che gli sono valsi il primo titolo di capocannoniere della competizione. 

HAI MAI GIOCATO A SUPER6?

Pronostica 6 risultati e vinci 100.000€ in diamanti E se nessuno indovina i 6 risultati, tutte le settimane un diamante del valore di 1.000€ al miglior classificato. Provalo subito, E' GRATIS!

Il 25enne in forza al Fulham è sceso in campo da titolare in tutte e 6 le partite che la Serbia ha giocato nel gruppo 4 della Lega C, mettendo a segno due doppiette, nel 2-2 casalingo contro la Romania e nella vittoria in trasferta per 2-0 in Montenegro, oltre che segnare un gol nei match casalinghi contro il Montenegro, vinto per 2-1, e la Lituania, conclusosi 4-1. 

Alle sue spalle, un quartetto di giocatori a quota 5 reti, ovvero Stanislav Dragun, centrocampista bielorusso del BATE Borisov, Haris Seferovic, centravanti svizzero in forza al Benfica, James Forrest, esterno scozzese del Celtic, e Yura Movsisyan, attaccante armeno attualmente svincolato dopo la fine dell’esperienza statunitense con i Chicago Fire, autore di ben 4 reti in Malta-Armenia 2-6, record di marcature in una singola partita. 

37 

Sono gli anni che aveva Michael Mifsud, attaccante di Malta, quando è andato a segno nella sconfitta maltese per 3-1 contro le isole Far Oer il 7 settembre 2018. 

HAI MAI GIOCATO A SUPER6?

Pronostica 6 risultati e vinci 100.000€ in diamanti E se nessuno indovina i 6 risultati, tutte le settimane un diamante del valore di 1.000€ al miglior classificato. Provalo subito, E' GRATIS!

Il centravanti classe ‘81 in forza al Sirens ha fissato per la precisione a 37 anni, 4 mesi e 21 giorni il gol più anziano della competizione, record che né Goran Pandev, in gol in Macedonia-Liechtenstein 4-1 del 31 ottobre 2018 a 35 anni, 2 mesi e 16 giorni, né Cristiano Ronaldo, che ha deciso la semifinale contro la Svizzera con una tripletta a 34 anni e 4 mesi, sono riusciti a superare. 

La palma di giocatore più anziano della competizione spetta invece a Georgi Petkov, portiere bulgaro sceso in campo a 42 anni, 8 mesi e 5 giorni nel pareggio per 1-1 tra Bulgaria e Slovenia il 19 novembre 2018. Oggi, a 44 anni, è ancora in forza allo Slavia Sofia. 

15.946 

È la media di spettatori che si è registrata nella scorsa edizione della Nations League, dai 79.807 di media registrati nel tempio inglese di Wembley ai 500 dello Stadio Olimpico di Serravalle, a San Marino

Per la fase finale giocata in Portogallo, che ha visto la vittoria dei padroni di casa guidati da Cristiano Ronaldo, si è registrata un’affluenza media di 31.767 spettatori. 

Purtroppo la situazione riguardante la diffusione del Covid-19 costringe la UEFA a far partire questa edizione con gli stadi ancora chiusi al pubblico, ma la speranza è di ricominciare a vedere un po’ di tifosi sugli spalti, senza certamente riempire gli stadi, a partire dalle partite di ottobre. 

Tobia Brunello
Classe 82’come il mundial di Spagna. Appassionato di calcio in tutte le sue forme tra una partita e l’altra inganna l’attesa con fumetti e serie TV. Lascia le sue tracce sul web scrivendo delle sue passioni.