gattuso vs de zerbi

Gattuso e De Zerbi sono due allenatori giovani, con molti tratti in comune nella parabola della loro carriera sulla panchina e uno score che sembra suggerire un risultato secco abbastanza chiaro ai fini del pronostico per questa giornata di Super6.

Anche la comune militanza da giocatori del Milan, dove De Zerbi ha iniziato nel settore lasciando l’ovile rossonero nel 1998.

Un anno dopo sarebbe arrivato a Milano anche Gattuso la cui carriera da giocatore è stata decisamente più luminosa rispetto a quella di De Zerbi: 368 presenze in serie A per “Ringhio” contro le sole 3 del collega.

Il bilancio dei precedenti

Sono 8 i precedenti tra Lega Pro e Serie A che hanno visto i due incrociarsi, con un bilancio favorevole a Gattuso, sia per numero di vittorie che di gol segnati dalle sue squadre.

DATAPARTITARISULTATO
5/6/2016Pisa-Foggia4-2
12/6/2016Foggia Pisa1-1
3/12/2017Benevento-Milan2-2
21/4/2018Milan-Benevento0-1
30/9/2018Sassuolo-Milan1-4
2/3/2019Milan-Sassuolo1-0
22/12/2019Sassuolo-Napoli1-2
25/7/2020Napoli-Sassuolo2-0
Gli 8 precedenti tra squadre di Gattuso e De Zerbi

Detto di due precedenti più conosciuti e clamorosi che vedremo tra poco, si capisce subito che la differenza di qualità delle squadre guidate fa pendere l’ago della bilancia decisamente dal lato di Gattuso, che ha sconfitto il collega per ben 5 volte sulle 8 totali. Tra queste c’è da annoverare anche la prima vittoria sulla panchina del Napoli arrivata lo scorso 22 Dicembre proprio al Mapei Stadium contro il Sassuolo di De Zerbi.

Sotto il profilo dei gol la media espressa ci autorizza ad attendere una gara distante dallo 0-0. Nelle 8 partite partite disputate sono 16 le reti delle formazioni di Gattuso e 8 quelle siglate dalle squadre di De Zerbi: uno score che suggerisce un risultato secco di 2-1 per il Napoli, con una buona media di 3 gol a partite negli incroci tra i due.

Arrivati dalla gavetta

In comune Gattuso e De Zerbi hanno come detto anche la traiettoria da tecnici della prima squadra, iniziata con una gavetta nelle serie minori.

Gattuso dopo le esperienze estere di Sion e OFI Creta (intervallate dal passaggio con Zamparini al Palermo) è ripartito dall’allora Lega Pro allenando il Pisa.

HAI MAI GIOCATO A SUPER6?

Pronostica 6 risultati e vinci 100.000€ in diamanti E se nessuno indovina i 6 risultati, tutte le settimane un diamante del valore di 1.000€ al miglior classificato. Provalo subito, E' GRATIS!

Parte il Lega Pro anche De Zerbi che dopo una prima esperienza in serie D al Darfo Boario si siede sulla panchina del Foggia, riportando in Puglia un po’ della magia di quella che fu Zemanlandia.

E proprio alla comune militanza dei due in Lega Pro risale il primo precedente, forse quello più celebre per le scintille che ha generato: Giugno 2016 finale playoff di Lega Pro tra il Pisa di Gattuso e il Foggia di De Zerbi.

HAI MAI GIOCATO A SUPER6?

Pronostica 6 risultati e vinci 100.000€ in diamanti E se nessuno indovina i 6 risultati, tutte le settimane un diamante del valore di 1.000€ al miglior classificato. Provalo subito, E' GRATIS!

Dopo il 4-2 dell’andata in Toscana al Foggia serve l’impresa allo Zaccheria ma i pisani sono arcigni e tignosi ad immagine del loro tecnico. Qualche decisione arbitrale non accettata da stadio e giocatori del Foggia accende la miccia: una bottiglietta lanciata dalle tribune colpisce alla testa Gattuso, che in totale trance agonistica non accetta nessun tipo di scusa ed entra in contatto con De Zerbi.

Si scatena il caos, i due vengono quasi alle mani, e parte anche un’invasione di campo. Solo dopo molti minuti si può tornare a giocare, e sarà il Pisa a strappare il pass per la Serie B.

Succede sempre qualcosa di clamoroso

Sembra destino ma tra i due accade sempre qualcosa destinato a rimanere negli almanacchi.

Dopo la turbolenta finale di Lega Pro le carriere dei due continuano: anche De Zerbi passa per la centrifuga Zamparini occupando per 10 partite la panchina del Palermo in serie A. Gattuso viene scelto invece per guidare la primavera del Milan, nell’anno dell’esonero di Montella. Allo stesso momento De Zerbi trova una nuova panchina in Serie A, quella del disastrato Benevento incapace di inanellare 0 punti nei primi tre mesi di campionato.

Si arriva quindi al 3 Dicembre 2017: il Benevento di De Zerbi a 0 punti in classifica ospita il Milan dell’esordiente Gattuso sulla panchina rossonera. Sembra la partita giusta per “Ringhio” per cominciare con una vittoria.

E così sembra andare fino al 95° minuto con un Milan che, seppur a fatica, conduce 2-1 sui sanniti. E invece accade l’imponderabile: sull’ultima punizione dal lato corto per i padroni di casa si avventa il portiere Brignoli salito per l’ultimo disperato assalto.

Il resto è storia con l’estremo difensore delle “streghe” che si aggiunge alla lista dei portieri bomber della serie A e De Zerbi che regala il primo, a dir poco rocambolesco, punto punto in serie A del Benevento.

Ai fini statistici è utile sottolineare che degli appena 21 punti raccolti dal Benevento alla prima apparizione in A ben 4 sono frutto del confronto tra De Zerbi e Gattuso, con i sanniti capaci di vincere anche a Milano nella gara di ritorno.

Articoli consigliati

Matteo Mancin
Pigiatore di tastiere per professione, lo fa soprattutto per scrivere di palloni e palline. Quindi di sport. Conta le stagioni calcistiche in prima e dopo Ronaldo Luís Nazário de Lima e quelle del basket in prima e dopo Manu Ginobili.