crotone cagliari

Sfida salvezza ad altissima tensione, Crotone-Cagliari si gioca domenica alle 15, in diretta su DAZN. Per il Crotone è essenziale riuscire a fare punti contro una diretta concorrente per evitare la retrocessione, ma il Cagliari deve assolutamente vincere per spezzare la spirale negativa e tornare a livelli di classifica più consoni al valore della sua rosa. Chi riuscirà a fare uno scatto decisivo per la salvezza, secondo il vostro pronostico Super6

I precedenti tra le due squadre

Il Cagliari ha giocato a Crotone solo in due occasioni in Serie A, ottenendo solo risultati positivi. L’ultima trasferta calabrese, il 28 gennaio 2018, si è tradotta in un pareggio per 1-1, con i sardi capaci di recuperare lo svantaggio firmato da Marcello Trotta grazie ad una punizione di Luca Cigarini, oggi al Crotone, allo scadere del primo tempo, nonostante l’espulsione pochi minuti prima di Fabio Pisacane

In precedenza, il 26 febbraio 2017, il Cagliari sbancò l’Ezio Scida vincendo 2-1, ribaltando il vantaggio calabrese siglato da Adrian Stoian grazie ai gol di Joao Pedro e Marco Borriello

Per risalire all’ultimo successo dei padroni di casa sui sardi dobbiamo tornare al campionato di Serie B 15/16, in cui Cagliari e Crotone finirono rispettivamente primo e secondo. Per la precisione il 18 gennaio 2016 i calabresi vinsero 3-1 con gol di Ante Budimir, Bruno Martella e Federico Ricci, e fallendo anche un rigore con Aniello Salzano. Inutile il provvisorio pareggio isolano di Diego Farias, date anche le espulsioni per doppia ammonizione di Antonio Balzano e Luka Krajnc

All’andata in Sardegna il Cagliari ha vinto per 4-2, grazie ai gol di Charalampos Lykogiannis, Giovanni Simeone, Riccardo Sottil e Joao Pedro. Per il Crotone, oltre ai gol di Junior Messias e Salvatore Molina, si è registrata anche l’espulsione dell’ex di turno Luca Cigarini per doppia ammonizione nei primi minuti del secondo tempo. 

Questa partita segna l’esordio di Leonardo Semplici sulla panchina del Cagliari, in sostituzione dell’esonerato Eusebio Di Francesco. Il neo allenatore dei sardi non ha mai affrontato Giovanni Stroppa, ma è imbattuto contro il Crotone, contro cui vanta 1 vittoria e 1 pareggio nei due precedenti. L’allenatore dei calabresi, dal canto suo, ha affrontato il Cagliari in 2 occasioni, ottenendo 1 vittoria e 1 sconfitta.

HAI MAI GIOCATO A SUPER6?

Pronostica 6 risultati e vinci 100.000€ in diamanti E se nessuno indovina i 6 risultati, tutte le settimane un diamante del valore di 1.000€ al miglior classificato. Provalo subito, E' GRATIS!

Abbiamo già citato come nel Crotone militi l’ex Luca Cigarini, al Cagliari tra il 2017 e il 2020 con 77 presenze e 2 gol, ma anche Jacopo Petriccione vanta un passato in Sardegna, avendo militato nelle giovanili isolano, non riuscendo però ad arrivare alla prima squadra. 

Recentissima invece l’esperienza cagliaritana di Adam Ounas: l’algerino ha infatti iniziato la stagione attuale proprio in Sardegna, in prestito dal Napoli, collezionando però solo 10 presenze, prima di risolvere il prestito e trasferirsi, con la stessa formula, a Crotone durante la finestra invernale. 

Tra le fila del Cagliari troviamo invece Alessandro Tripaldelli, a Crotone nella seconda metà della stagione 18/19, in cui è sceso in campo in 3 occasioni in Serie B.

HAI MAI GIOCATO A SUPER6?

Pronostica 6 risultati e vinci 100.000€ in diamanti E se nessuno indovina i 6 risultati, tutte le settimane un diamante del valore di 1.000€ al miglior classificato. Provalo subito, E' GRATIS!

precedenti crotone cagliari

Le ultime sul Crotone

La sconfitta per 3-0 contro la Juventus è un risultato che, per quanto preventivabile, ha messo in luce le gravi carenze difensive della squadra di Giovanni Stroppa, con il portiere Alex Cordaz fin troppo spesso chiamato ad interventi decisivi. Contro il Cagliari si va verso la conferma del 4-4-2, nonostante la possibile assenza di Sebastiano Luperto, che a Torino ha rimediato una contusione al tendine di Achille. In preallarme quindi Andrea Rispoli per il ruolo di terzino sinistro.

Con Koffi Djidji, Giuseppe Cuomo e Ahmad Benali ancora indisponibili, la linea difensiva sarà completata da Pedro Pereira a destra e Lisandro Magallan e Vladimir Golemic al centro, anche se Luca Marrone insidia il posto di quest’ultimo. A centrocampo Junior Messias agirà in posizione di ala destra, con Arkadiusz Reca all’opera sulla fascia opposta. Spazio quindi a Salvatore Molina e Milos Vulic in mezzo, mentre in attacco Adam Ounas affiancherà la prima punta, ruolo in cui al momento Samuele Di Carmine sembra essere in vantaggio rispetto a Simy e Emmanuel Riviere.

Le alternative possono essere un passaggio al 3-4-2-1, con Ounas e Messias sulla trequarti, Pereira e Reca esterni e Marrone in difesa, oppure un 4-3-3 con Reca o Rispoli sulla linea dei difensori, Ounas e Messias esterni d’attacco e uno tra Jacopo Petriccione o Niccolò Zanellato a infoltire il centrocampo.

Probabile formazione

1
Cordaz
33
Rispoli
5
Golemic
6
Magallan
32
Pereira
69
Reca
77
Vulic
17
Molina
30
Messias
7
Ounas
54
Di Carmine

Le ultime sul Cagliari

Leonardo Semplici arriva in un ambiente che definire depresso è un ottimismo: dopo il 2019 chiuso in zona Europa, il Cagliari si apprestava a celebrare il centenario della fondazione e il cinquantesimo anniversario del suo storico scudetto in pompa magna, ma il 2020 ha riservato solo delusioni per i tifosi rossoblù che hanno visto la squadra, ricca di preziose individualità, incapace di esprimersi al meglio, nonostante i vari avvicendamenti sulla panchina. La bruttissima sconfitta casalinga contro il Torino è costata la panchina a Eusebio Di Francesco, che lascia i sardi in piena zona retrocessione.

Per risollevare le sorti della squadra Semplici dovrebbe affidarsi al 3-5-2 che utilizzava anche alla SPAL, con Alessio Cragno in porta e la difesa composta da Daniele Rugani, Diego Godin e Luca Ceppitelli, in vantaggio su Sebastian Walukiewicz. È risultato negativo al coronavirus e quindi nuovamente arruolabile Ragnar Klavan. Sulle fasce il solito Gabriele Zappa a destra, mentre sulla sinistra possibile che esordisca il rossoblù Kwadwo Asamoah, che in prospettiva dovrebbe essere il titolare della fascia, con Charalampos Lykogiannis come alternativa.

Il passaggio al 3-5-2 infatti penalizza sicuramente gli esterni bassi come Riccardo Sottil, al momento ancora indisponibile. Al rientro l’esterno scuola Fiorentina potrebbe trovare posto come alternativa in attacco, dove però Joao Pedro appare inamovibile, dall’alto delle sue 11 reti stagionali, come partner d’attacco di un centravanti a scelta tra Giovanni Simeone e Leonardo Pavoletti. A centrocampo, con Marko Rog indisponibile fino a fine stagione, saranno Nahitan Nandez e Razvan Marin i titolari, con Radja Nainggolan che arretra da trequartista a mezzala.

Probabile formazione

1
Cragno
24
Rugani
2
Godin
23
Ceppitelli
19
Asamoah
18
Nandez
8
Marin
4
Nainggolan
25
Zappa
10
Joao Pedro
9
Simeone
Tobia Brunello
Classe 82’come il mundial di Spagna. Appassionato di calcio in tutte le sue forme tra una partita e l’altra inganna l’attesa con fumetti e serie TV. Lascia le sue tracce sul web scrivendo delle sue passioni.