inter cagliari nainggolan

Per mantenere il passo in testa alla classifica l’Inter deve sconfiggere il Cagliari, impresa che a San Siro è riuscita spesso, ma che negli ultimi anni è risultata più difficile del previsto. Fischio d’inizio domenica alle 12.30, per il lunch match in diretta su DAZN, una partita su cui non potete mancare di esprimere il vostro pronostico Super6.

I precedenti tra le due squadre

“E se ti va male?” “Beh, il rischio c’è. Del resto, se non rischi… Tu hai mai rischiato?” “Una volta. Ho messo 2 fisso a Inter-Cagliari”

In 40 incontri di Serie A giocati a Milano, il pronostico espresso da Aldo in questo classico scambio di battute tra Giovanni e Aldo nella commedia cult del 1997 Tre Uomini e una Gamba si è verificato in 7 occasioni. E ben 2 di queste, consecutive, dopo l’uscita del film dei comici interisti. 

Clamoroso il 4-1 inflitto ai nerazzurri il 28 settembre 2014: vantaggio sardo di Marco Sau, pareggio interista di Daniel Osvaldo e quindi, dopo l’espulsione di Yuto Nagatomo, un’incredibile tripletta di Albin Ekdal, con l’ultima rete sulla ribattuta di un rigore parato a Andrea Cossu da Samir Handanovic. Poco più di due anni dopo, il 16 ottobre 2016, un’altra vittoria cagliaritana, stavolta per 2-1: vantaggio interista di Joao Mario e rimonta rossoblù firmata da Federico Melchiorri, autore del gol del pareggio e propiziatore dell’autorete decisiva di Samir Handanovic

L’Inter si è però vendicata nelle due occasioni successive: un netto 4-0 il 17 aprile 2018, con i gol di Joao Cancelo, Mauro Icardi, Marcelo Brozovic e Ivan Perisic, e una vittoria per 2-0 firmata da Lautaro Martinez e Matteo Politano il 29 settembre 2018. 

L’ultima sfida a San Siro, il 26 gennaio 2020, si è chiusa con un pareggio per 1-1, con gol di Lautaro Martinez (poi espulso nel concitato finale insieme al compagno Tommaso Berni) e dell’ex Radja Nainngolan. Nella partita di andata invece, lo scorso 13 dicembre, l’Inter ha strappato i tre punti grazie ai gol di Nicolò Barella (altro ex), Danilo D’Ambrosio e Romelu Lukaku, ribaltando così il vantaggio cagliaritano di Riccardo Sottil

HAI MAI GIOCATO A SUPER6?

Pronostica 6 risultati e vinci 100.000€ in diamanti E se nessuno indovina i 6 risultati, tutte le settimane un diamante del valore di 1.000€ al miglior classificato. Provalo subito, E' GRATIS!

L’unico precedente tra i due allenatori consiste in Inter-Spal dello scorso campionato, vinta da Antonio Conte. Per l’allenatore dell’Inter in totale ci sono 12 precedenti contro il Cagliari, composti da 8 vittorie, 3 pareggi e 1 sconfitta. Leonardo Semplici invece non ha mai vinto contro l’Inter: in 5 sfide, 1 pareggio e 4 sconfitte. 

È una partita ricca di significato per molti giocatori. In primis per Nicolò Barella, che del Cagliari è stato il più giovane capitano della storia, avendone indossato la maglia per 112 volte, mettendo a segno 7 gol. Anche il compagno di reparto Matias Vecino ha dei trascorsi in Sardegna: una parentesi all’inizio del 2014, con 9 presenze nell’arco di un paio di mesi. 

Tra le fila del Cagliari troviamo Diego Godin, che nella scorsa stagione ha giocato con i nerazzurri collezionando 36 presenze e 2 gol, e Gabriele Zappa, cresciuto nelle giovanili nerazzurre senza però mai arrivare ad esordire in prima squadra. Anche Alfred Duncan è un prodotto della Primavera dell’Inter, ma può vantare anche 4 apparizioni in prima squadra all’inizio della stagione 12/13. 

HAI MAI GIOCATO A SUPER6?

Pronostica 6 risultati e vinci 100.000€ in diamanti E se nessuno indovina i 6 risultati, tutte le settimane un diamante del valore di 1.000€ al miglior classificato. Provalo subito, E' GRATIS!

Due stagioni in nerazzurro, dal 2018 al 2020, anche per Kwadwo Asamoah, con 53 presenze. Corposa ma complicata anche l’esperienza di Radja Nainggolan con l’Inter: dopo una stagione da titolare, per due anni di fila ha iniziato la stagione in maglia nerazzurra per poi trasferirsi a gennaio in prestito a Cagliari, squadra e città a cui è particolarmente legato. In totale, il belga con la maglia dell’Inter ha totalizzato 41 presenze e 7 gol.  

precedenti inter cagliari

Le ultime sull’Inter

La vittoria contro il Sassuolo firmata dai gol dei “soliti” Romelu Lukaku e Lautaro Martinez porta l’Inter a 11 punti di vantaggio sul Milan secondo in classifica e pone una serissima ipoteca sullo scudetto. Ad Antonio Conte mancano solo 16 punti per mettere fine al dominio bianconero degli ultimi 10 anni, dominio che proprio lui e Beppe Marotta hanno inaugurato alla Juventus.

Per la sfida contro il Cagliari rientrano dalla squalifica Alessandro Bastoni e Marcelo Brozovic ma viene fermato dal giudice sportivo Nicolò Barella. Con Brozovic nuovamente nella posizione di mediano Christian Eriksen tornerà nel ruolo di mezzala, mentre per sostituire Barella il ballottaggio è tra Roberto Gagliardini e Matias Vecino. Sulla sinistra sono ancora assenti per infortunio Ivan Perisic e Aleksandar Kolarov: in vantaggio Matteo Darmian su Ashley Young.

A destra conferma per Achraf Hakimi, mentre l’attacco titolare non si tocca, con la LuLa in campo dall’inizio e Alexis Sanchez pronto a subentrare. In difesa, con il rientro di Bastoni, si ricompone il terzetto titolare insieme a Milan Skriniar (autore finora di una stagione di altissimo livello, dopo le incetezze di quella precedente) e Stefan de Vrij, con Danilo D’Ambrosio negativo al Covid e a disposizione in panchina. In porta ovviamente il capitano Samir Handanovic.

Probabile formazione

1
Handanovic
95
Bastoni
6
De Vrij
37
Skriniar
36
Darmian
5
Gagliardini
77
Brozovic
24
Eriksen
2
Hakimi
10
Martinez
9
Lukaku

Le ultime sul Cagliari

La situazione di classifica della squadra di Leonardo Semplici è davvero molto complicata e la trasferta di San Siro non poteva capitare in un momento peggiore. Dopo la sconfitta contro il Verona è emersa anche la positività al coronavirus del portiere Alessio Cragno, per cui si annuncia l’esordio in campionato di Guglielmo Vicario, finora utilizzato solo in Coppa Italia.

Per il resto mancheranno sempre Marko Rog, Luca Ceppitelli, Riccardo Sottil e Matteo Tramoni, con Alessandro Tripaldelli e Nahitan Nandez non ancora al meglio. Se per il terzino sinistro italiano la prospettiva rimane comunque al massimo la panchina, con Charalampos Lykogiannis favorito su Kwadwo Asamoah per il ruolo, per l’uruguaiano si tenterà fino all’ultimo a scendere in campo, ma in caso è pronto Gabriele Zappa per la fascia destra.

In attacco si dovrebbe rivedere Leonardo Pavoletti dal primo minuto a fianco di Joao Pedro, mentre a centrocampo Radja Nainggolan sarà affiancato da Razvan Marin e Alfred Duncan. In difesa conferma per il terzetto composto da Daniele Rugani, Diego Godin e Ragnar Klavan.

Probabile formazione

31
Vicario
24
Rugani
2
Godin
15
Klavan
22
Lykogiannis
32
Duncan
4
Nainggolan
8
Marin
25
Zappa
10
Joao Pedro
30
Pavoletti
Tobia Brunello
Classe 82’come il mundial di Spagna. Appassionato di calcio in tutte le sue forme tra una partita e l’altra inganna l’attesa con fumetti e serie TV. Lascia le sue tracce sul web scrivendo delle sue passioni.