roma bologna

Ultime chance, per la Roma di Fonseca, di non farsi sfuggire il trenino delle squadre in lotta per il quarto posto. Il Bologna di Mihajlovic, che scende all’Olimpico, può rappresentare sia tre punti per continuare la rincorsa che un brusco stop che la comprometterebbe: Soriano e compagni, infatti, sono estremamente altalenanti e complessi da affrontare. Pronostico Super6 davvero da tripla!

I precedenti tra le due squadre

E’ lontanissimo il primo precedente in Serie A all’Olimpico tra Roma e Bologna: parliamo addirittura del 1930, prima delle 72 sfide che hanno caratterizzato queste due storiche compagini in casa dei giallorossi.

Bilancio che sorride (pur non nettamente) ai padroni di casa, con 31 vittorie, a fronte di 22 pari e 19 affermazioni felsinee.

Con 184 reti nelle 72 sfide (107 dei padroni di casa e 77 dei rossoblu), la media reti tra Roma e Bologna è di 2,55 , risultando così una gara mediamente spettacolare.

Gol che non sono mancati nell’ultimo precedente: era il 7 febbraio 2020, ancora in epoca pre-covid, e Roma Bologna finì 2-3, con autorete di Denswil e Mkhitaryan per i giallorossi, Orsolini e Barrow (doppietta) per gli ospiti.

Vittoria giallorossa che manca dal febbraio 2019, 2-1 grazie ai gol dei difensori Kolarov e Fazio , con Sansone firma felsinea.

HAI MAI GIOCATO A SUPER6?

Pronostica 6 risultati e vinci 100.000€ in diamanti E se nessuno indovina i 6 risultati, tutte le settimane un diamante del valore di 1.000€ al miglior classificato. Provalo subito, E' GRATIS!

L’ultimo pari, infine, è dell’aprile 2016: al vantaggio di Rossettini, rispose Momo Salah, per l’1-1 finale.

Il mister degli ospiti, Sinisa Mihajlovic, ha un bel trascorso in giallorosso, dato che i suoi primi passi in Italia li ha mossi proprio nella Roma, tra il 1992 e il 1994. Hanno giocato su ambo le sponde anche Daniel Osvaldo, Aldo Maldera, Francisco Lima e Matteo Brighi, e altri che sono rimasti meno scolpiti nella memoria come CurciLoria o Bombardini. Ad essi si aggiungono i portieri, dato che Skorupski (portiere del Bologna) ha difeso i pali della Roma dal 2013 al 2015, mentre Mirante è stato l’estremo felsineo dal 2015 al 2018.

precedenti roma bologna

Le ultime sulla Roma

Grandissima vittoria, quella giallorossa, in quel di Amsterdam: vittoria di rimonta più forte delle sfortune, dal momento che è una vera e propria tegola l’infortunio di Spinazzola. Il 2-1 all’Ajax, però, potrebbe confermare una sensazione diffusa tra i tifosi giallorossi: pare che Fonseca voglia puntare tutto sull’Europa League, dal momento che i tanti infortuni e la folta concorrenza alla corsa Champions fanno sì che serva un quantitativo di energie troppo elevato per questa rosa.

HAI MAI GIOCATO A SUPER6?

Pronostica 6 risultati e vinci 100.000€ in diamanti E se nessuno indovina i 6 risultati, tutte le settimane un diamante del valore di 1.000€ al miglior classificato. Provalo subito, E' GRATIS!

Ecco perchè la gara con il Bologna si annuncia veramente complicata: con le assenze di Mkhytarian, Smalling, El Shaarawy, Spinazzola e Kumbulla (oltre a Zaniolo lungodegente e un Dzeko a mezzo servizio), unitamente a Cristante squalificato, costringe i giallorossi a schierarsi con Fazio, Mancini e Ibanez dietro, Veretout (o Pellegrini) centrale con Villar, con Karsdorp e Calafiori esterni. Pedro e Pellegrini (o Perez) trequartisti dietro ad uno tra Dzeko e Mayoral.

Probabile formazione

13
Pau Lopez
3
Ibanez
20
Fazio
23
Mancini
61
Calafiori
21
Veretout
14
Villar
21
Karsdorp
31
Perez
7
Pellegrini
21
Mayoral

Le ultime sul Bologna

La sconfitta interna con l’Inter non intacca minimamente l’ottima stagione fin qui disputata. Per i felsinei, peraltro, la trasferta di Roma in questo momento della stagione rappresenta un’occasione senza precedenti: una roba stanchissima, colma di infortuni e con la testa all’Europa League potrebbe teoricamente cedere il passo.

Il dubbio maggiore per Mihajlovic è relativo a Tomiyasu, che dovrebbe ancora essere out per un risentimento al polpaccio patito dopo la sosta con le Nazionali. Al suo posto, nel caso, è pronto De Silvestri. Per il resto, difesa confermata con Danilo e Soumaoro e Dijks a sinistra. Svanberg dovrebbe partire titolare, affiancato da Schouten (migliore in campo contro l’Inter) o Dominguez. Soriano perno inossidabile sulla trequarti alla ricerca della doppia cifra in campionato, affiancato da Sansone e Skov Olsen, in appoggio a Barrow.

Probabile formazione

28
Skorupski
35
Dijks
5
Soumaoro
23
Danilo
29
De Silvestri
30
Schouten
32
Svanberg
10
Sansone
21
Soriano
11
Skov Olsen
99
Barrow
Riccardo Moro
Editorialista, copywriter, appassionato di comunicazione, sport e giochi. Da sempre racconta storie di calcio, motori e gambling.