verona lazio ciro immobile

Verona e Lazio si sfidano domenica alle 15, in diretta su DAZN, in un match che per entrambe può significare rilancio o abbandono delle proprie ambizioni. Si tratta della sfida tra due squadre che non hanno dimostrato particolare regolarità nel corso della stagione, alternando ottime prestazioni ad altre insoddisfacenti. Non è quindi facile esprimere un pronostico Super6.

I precedenti tra le due squadre

9 vittorie del Verona, 9 pareggi, e 5 vittorie della Lazio in 23 precedenti, dal 1958 ad oggi. Ma nelle ultime 3 sfide giocate al Bentegodi si è sempre verificata una vittoria laziale. L’ultima, con un nettissimo 5-1, l’abbiamo vista il 26 luglio 2020: al vantaggio scaligero di Sofyan Amrabat risposero Ciro Immobile (che in totale con la maglia della Lazio ha segnato ben 7 reti al Verona), autore di una tripletta, Sergej Milinkovic-Savic e Joaquin Correa.

La vittoria dei padroni di casa manca dal 22 dicembre 2013: doppietta di Luca Toni e reti di Juan Iturbe e Romulo nel 4-1 finale, con i laziali a segno con Lucas Biglia. Nella partita d’andata però., giocata lo scorso 12 dicembre gli scaligeri si sono imposti all’Olimpico per 2-1, grazie ai gol di Manuel Lazzari e Adrien Tameze, mentre per i biancocelesti andò a segno Felipe Caicedo.

Si trattava del 7° confronto tra Ivan Juric e Simone Inzaghi (e la Lazio in generale) e della prima vittoria per l’allenatore croato: in precedenza si erano verificati 2 pareggi e 4 vittorie per il tecnico laziale. In totale, Inzaghi ha affrontato il Verona in 5 occasioni, ottenendo 3 vittorie, 1 pareggio e 1 sconfitta.

Passando in rassegna le rose delle due squadre, troviamo alcuni ex: Alessandro Berardi, terzo portiere scaligero, è cresciuto nelle giovanili laziali, non arrivando però oltre a qualche panchina con la prima squadra. Stesso percorso per Davide Faraoni, che lasciò i capitolini prima di poter esordire con la prima squadra.

HAI MAI GIOCATO A SUPER6?

Pronostica 6 risultati e vinci 100.000€ in diamanti E se nessuno indovina i 6 risultati, tutte le settimane un diamante del valore di 1.000€ al miglior classificato. Provalo subito, E' GRATIS!

Diversi i trascorsi sull’Adige degli ex che militano nella Lazio: Mohamed Fares, cresciuto nella Primavera dell’Hellas, ha collezionato ben 55 presenze e 16 gol in prima squadra tra il 2014 e il 2018, mentre Marco Parolo ha passato una stagione con la maglia gialloblù, collezionando 32 presenze e 4 gol in Lega Pro nel campionato 08/09.

precedenti verona lazio

Le ultime sul Verona

Dopo la vittoria di Cagliari ottenuta grazie ai gol di Antonin Barak e Kevin Lasagna, Ivan Juric, che contro i sardi ha rimediato un cartellino rosso, si prepara a ricevere la Lazio dovendo fare i conti con la squalifica di Matteo Lovato, diffidato ed ammonito. Nello stesso reparto però torna dallo stop imposto dal giudice sportivo Pawel Dawidowicz, che quindi può affiancare Federico Ceccherini e Giangiacomo Magnani, rivisto nel finale contro il Cagliari dopo l’infortunio.

Nel caso Magnani non offrisse garanzie, davanti alla porta di Marco Silvestri può arretrare Federico Dimarco, con Darko Lazovic sulla fascia sinistra, dato che anche Mert Cetin è ancora indisponibile e Koray Gunter non al meglio. A centrocampo ancora assenti Ronaldo Viera e Marco Benassi, ma sulla mediana Miguel Veloso e Adrian Tameze formano ormai un duo collaudato.

Nessun dubbio nemmeno sulla fascia destra appannaggio di Davide Faraoni e sulla trequarti, con Barak e Mattia Zaccagni, mentre per quanto riguarda il ruolo di prima è ancora in dubbio la convocazione di Nikola Kalinic, che potrà al massimo andare in panchina. Il ruolo di prima alternativa a Lasagna sarà quindi ancora ricoperto da Andrea Favilli.

HAI MAI GIOCATO A SUPER6?

Pronostica 6 risultati e vinci 100.000€ in diamanti E se nessuno indovina i 6 risultati, tutte le settimane un diamante del valore di 1.000€ al miglior classificato. Provalo subito, E' GRATIS!

Probabile formazione

1
Silvestri
27
Dawidowicz
17
Ceccherini
3
Dimarco
8
Lazovic
4
Veloso
61
Tameze
5
Faraoni
20
Zaccagni
7
Barak
92
Lasagna

Le ultime sulla Lazio

Simone Inzaghi è costretto all’isolamento a causa della positività al Covid riscontrata a lui e alla sua famiglia. Un problema vista anche la necessità di reinventare la formazione senza Manuel Lazzari e Joaquin Correa, squalificati dopo i cartellini rossi rimediati nel convulso finale della partita contro lo Spezia (vinta 2-2 grazie al gol dello stesso Lazzari e al controverso rigore trasformato da Felipe Caicedo nel finale).

Vista l’assenza per infortunio di Luiz Felipe, molto dipenderà dalle condizioni di Patric: se lo spagnolo sarà arruolabile dal primo minuto, andrà a comporre la linea difensiva davanti alla porta di Pepe Reina insieme a Francesco Acerbi e Stefan Radu, con Adam Marusic esterno destro al posto di Lazzari. Le alternative sono l’impiego di Mateo Musacchio, assente però dall’ultimo allenamento, oppure l’utilizzo sulla fascia destra di Mohamed Fares, con Senad Lulic dalla parte opposta, e la conferma di Marusic nel terzetto arretrato.

In attacco invece ci sono pochi dubbi sul fatto che sarà Caicedo il sostituto di Correa a fianco di Ciro Immobile, con Vedat Muriqi in panchina. A centrocampo dovrebbe tornare titolare Luis Alberto, anche se ancora non al meglio, al posto di Andreas Pereira, andando a ricomporre il terzetto titolare insieme a Lucas Leiva e Sergej Milinkovic-Savic.

Probabile formazione

25
Reina
26
Radu
33
Acerbi
77
Marusic
19
Lulic
6
Leiva
10
Luis Alberto
21
Milinkovic
96
Fares
17
Immobile
20
Caicedo
Tobia Brunello
Classe 82’come il mundial di Spagna. Appassionato di calcio in tutte le sue forme tra una partita e l’altra inganna l’attesa con fumetti e serie TV. Lascia le sue tracce sul web scrivendo delle sue passioni.